Cotral – lettera aperta agli utenti e alle Associazioni Consumatori

Lettera aperta della Segreteria Regionale SULCT agli utenti e alle Associazioni consumatori per spiegare la vertenza in Cotral

Roma, 22 dicembre 2017
Prot.n. 481

A.E.C.I. LAZIO
ADOC ROMA E LAZIO
ADUSBEF
ASSOCIAZIONE CULTURALE CENTOGIOVANI 
ASSO-CONS-ITALIA
ASSO-CONSUM
ASSOUTENTI LAZIO
CITTADINANZATTIVA LAZIO ONLUS 
CODACONS
CODICI LAZIO
CONFCONSUMATORI LAZIO
FERECONSUMATORI LAZIO
KONSUMER ITALIA

LEGA CONSUMATORI REGIONE LAZIO
MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO MDC LAZIO
U.DI.CON.

UNIONE GENERALE CONSUMATORI UGCONS
COMITATO PENDOLARI ORTE
COMITATO PENDOLARI REATINI
ASSOCIAZIONE PENDOLARI STAZIONE MINTURNOSCAURI
INL – ISPETTORATO TERRITORIALE DI ROMA

Organi di Stampa
Loro sede

 

Oggetto: Cotral – lettera aperta agli utenti e alle Associazioni Consumatori

Questa Organizzazione Sindacale, dopo l’ennesimo sciopero svolto nella giornata di sabato 16 dicembre u.s., proclamato nella società di TPL Cotral S.p.A., intende metterVi a conoscenza degli aspetti, alcuni in particolare, che sono alla base delle nostre rivendicazioni e che, inoltre, causano stress psicofisico agli autisti.

 Ciò che noi contestiamo è l’organizzazione del lavoro aziendale, fatta di tagli alle percorrenze, obbligo di prestazioni a straordinario e l’impiego giornalierie anche di 15 ore: questo è quanto sta accadendo nell’Azienda Regionale – e nessuno ne parla -, nell’indifferenza della proprietà, ossia la Regione Lazio.

Nello specifico:

  • per effetto della turnazione i conducenti sono obbligati, a svolgere anche prestazioni giornaliere di ore 12h e 50 min., 6 h e 25 min. sono retribuite come stabilito dal Contratto Nazionale, mentre per le restanti 6h e 25 min. ricevono, un’ indennità irrisoria, rispetto ai reali carichi di lavoro;
  • le soste dei suddetti turni sono spesso effettuate in località sprovviste di impianti igienici e/o strutture idonee, nonostante la presenza di autisti donne;
  • i conducenti, ancora, sono tenuti a continuare il servizio dopo la fine del turno ordinario in caso di guasto bus, traffico viario etc, ovvero quattro ore dopo la smontata effettiva. Così facendo, sono costretti a compiere lo straordinario contro la propria volontà, e ciò provoca disagi familiari;
  • con la nuova turnazione sono stati apportati notevoli tagli alle percorrenze, e ciò costringe gli autisti a correre durante le corse, al fine di riuscire a garantire gli orari dei passaggi alle fermate e le partenze ai capolinea, con rischio di multe, incidenti e soppressione dei punti/revoca della patente. In quest’ultimo caso il dipendente viene collocato d’ufficio – per responsabilità non proprie – in aspettativa senza paga;
  • Molto spesso la rotazione dei turni non rispetta i riposi settimanali, sanciti dalla Comunità Europea (presentato esposto all’Ispettorato del Lavoro di Roma);
  • Chiusura delle mense, e conseguente licenziamento di circa 70 operatori del settore tra Atac e Cotral, ed elargizione di buoni pasto dal valore di solo 3 Euro a presenza;
  • Riscontrati comportamenti inconsueti (contestazioni disciplinari, sospensioni e trasferimenti punitivi) nei confronti del personale che segnala disfunzioni e anomalie.

Il SUL-CT dal canto suo, seconda Organizzazione Sindacale per rappresentatività, ha tentato, con ogni mezzo, di instaurare un proficuo e corretto rapporto di relazioni industriali, proponendo soluzioni alternative e valide, che salvaguardavano sia Lavoratori che il servizio erogato all’utenza, ma la incomprensibile rigidità delle Direzioni Aziendali ha costretto la nostra Segreteria a intraprendere le azioni di sciopero.

Siamo consapevoli dei disagi arrecati ai pendolari, ci mancherebbe, però è utile ricordare che non si possono avere standard qualitativi accettabili se alla base non vi è una tranquillità lavorativa: è una mera equazione matematica. Ed è per questo che abbiamo deciso di scriverVi, occorre uscire dall’indifferenza, dai luoghi comuni, e iniziare un lavoro partecipato e, soprattutto, consapevole. Il confronto, il dialogo, tra lavoratori e utenti, è fondamentale, in questa fase delicata, siamo convinti, infatti, che soltanto in questa maniera sarà possibile sensibilizzare la politica, finora assente, e raggiungere i nostri comuni obiettivi. Perché anche noi, vogliamo un servizio efficiente.

            Restiamo a Vostra disposizione e Vi auguriamo Buone Feste.

            Cordiali Saluti

F.to: Renzo Coppini
(Segretario Regionale SULCT)

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page