SULCT-UTL-FAST: «Causa neve trasporti laziali in tilt»

“Bilancio negativo per i trasporti pubblici laziali, fortemente e incredibilmente penalizzati dalle precipitazioni nevose e dal ghiaccio”

Roma, 28 febbraio 2018

Comunicato Stampa
SULCT-UTL-FAST: «Causa neve trasporti laziali in tilt»

“Bilancio negativo per i trasporti pubblici laziali – Atac, Roma TPL, FS e Cotral –, fortemente e incredibilmente penalizzati dalle precipitazioni nevose e dal ghiaccio formatosi a causa delle basse temperature. Eventi da considerare eccezionali solo in parte e, comunque, annunciati con largo anticipo. Appare evidente che l’organizzazione del lavoro, nelle rispettive società di trasporto, sia lacunosa che carente”. È quanto riferisce in una nota Renzo Coppini, Coordinatore Regionale SULCT-UTL-FAST.

“Questi sono i risultati, secondo il nostro parere, dei tagli agli investimenti e al personale nonché alle esternalizzazioni delle manutenzioni dei mezzi e delle infrastrutture, sia nel settore automobilistico che nel metroferro”.   

“Atac, FS, Roma TPL e Cotral, nessuno si è salvato, il territorio della Regione Lazio è rimasto letteralmente paralizzato per venti centimetri di neve: un’assurdità, non si era mai vista una cosa del genere nei trasporti laziali. Treni cancellati – a causa dei deviatori bloccati dal ghiaccio – e numerose corse bus soppresse, per le strade ghiacciate e per la mancanza delle gomme termine e/o catene. Lavoratori stremati, utenti lasciati a piedi e intere comunità isolati, compresi i quartieri periferici di Roma. La politica e le Società devono rispondere a quest’ennesimo disastro”.  

*** FINE DEL COMUNICATO***

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page