Roma Tpl, SULCT-FAST: «Sciopero per gravose condizioni lavoro»

«Malgrado le rassicurazioni forniteci in occasione dell’incontro presso la Prefettura di Roma, sono rimaste irrisolte le problematiche esposte»

Roma, 07 Marzo 2018

Comunicato Stampa
Roma Tpl, SULCT-FAST: «Sciopero per gravose condizioni lavoro»

«Malgrado le rassicurazioni forniteci in occasione dell’incontro del 2 marzo presso la Prefettura di Roma, sono rimaste irrisolte le problematiche esposte in quella sede. Tant’è vero che ancora oggi, i Lavoratori della RomaTPL non hanno percepito il proprio stipendio: una grave inadempienza che smentisce, senza mezzi termini, quanto i rappresentanti aziendali avevano promesso innanzi al Viceprefetto Aggiunto Dott. Giovanni Borrelli. In quest’annosa vicenda è diventato imbarazzante, tra l’altro, assistere al consueto rimpallo delle responsabilità tra tutti i soggetti titolati, mentre il personale continua a lavorare in condizioni estremamente gravose, senza nessuna certezza sulla data della retribuzione e in un clima di crescente vessazione a causa di un utilizzo improprio della disciplina. Per queste motivazioni, abbiamo dichiarato una prima azione di astensione dal lavoro di tutti i dipendenti della Società Roma TPL e Consorziate per il giorno 13 aprile prossimo, dalle 8.30 alle 12.30». Lo rendono noto le Segreterie Regionali di SULCT e FAST.

***FINE DEL COMUNICATO***


Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page